Categorie
Notizie

COMUNALI: CAPPATO “GANDOLFINI PUNTA SU PARISI PER TORNARE INDIETRO SU LAICITA”

Dichiarazione di Marco Cappato, Presidente di Radicali italiani

Milano, 15 giugno 2016

4856617_6_d2a7_massimo-gandolfini-organisateur-du-family_b6e9e628833e0e948133160bcc23b7f3

Le dichiarazioni con le quali il promotore del Family day Massimo Gandolfini attacca il nostro accordo con Sala sono per me una conferma positiva della scelta che abbiamo compiuto. Quando Gandolfini, sulla rivista Tempi, intima agli astenuti del primo turno il “dovere morale di opporvi agli apparentamenti che combattono contro la famiglia e contro la vita» dimostra di non rendersi contro che le nostre iniziative sono a favore di scelte di famiglia e di vita che siano basate sulla libertà e responsabilità individuale. Dopo il preannuncio di Parisi di chiudere il registro del testamento biologico, Gandolfini punta su di lui per tornare indietro su laicità e libertà civili.

Categorie
Notizie

RADICALI, TRA I PERSONAGGI FAMOSI C’È CHI SOSTIENE MARCO CAPPATO SINDACO

 

Nel corso della campagna elettorale il candidato sindaco dei Radicali Marco Cappato ha ottenuto l’appoggio di alcuni personaggi famosi, provenienti dall’ambito del giornalismo, della musica, della politica.

Emma Bonino, già ministro degli Esteri: “Milano ha bisogno di un sindaco radicale, ha bisogno di Marco Cappato, perché sia garantito il rispetto delle regole e perché possano decidere i cittadini in merito alla grande conversione ecologica degli investimenti senza nuove tasse

Vittorio Feltri, giornalista e direttore di Libero: “Ho cominciato ad avvicinarmi a questo stupendo movimento da quando è iniziato il calvario di Enzo Tortora e da allora non mi sono più stancato di interpretare ovviamente a mio modo il pensiero radicale. Per chi voterei a Milano? Marco Cappato”.

Oscar Giannino, giornalista di Radio24: “Sono venuto a Milano a firmare per la presentazione della lista dei Radicali. Secondo me, è un dovere civile farlo, visto il contributo che i Radicali hanno dato per l’evoluzione della civiltà e del dibattito nel nostro Paese, a favore della trasparenza per una maestà pubblica che sia snella ed efficiente (a favore di chi la paga) e non legata pro tempore al servizio di questo amministratore o di quel governatore”.

Furio Colombo, giornalista ex direttore dell’Unità: “Non voto a Milano, ma saprei per chi votare e non capisco perché non sia chiaro a tanti milanesi in questi giorni. Voterei per Marco Cappato e per la sua lista radicale. Cappato è un uomo giovane che non punta sull’anagrafe come valore ma su due tipi di indiscutibile esperienze: la politica, come proposta, confronto e scontro di valori. E la conoscenza quotidiana di luoghi politici intesi come Comuni o Regioni”.

Filippo Facci, giornalista: “Non fosse chiaro, #votoRadicali”

Guy Verhofstadt, ex premier del Belgio: “Sono molto felice della candidatura di Marco Cappato a sindaco di Milano. Sarai un grande sindaco come sei stato un grande parlamentare europeo”.

Mara Maionchi, produttrice discografica: “Io sto con Marco Cappato, una persona per bene che ha dimostrato di essere capace di controllare il funzionamento delle istituzioni. La sua presenza nel consiglio comunale di Milano è importante perché garanzia di trasparenza e legalità”.

Vincenzo Gallo (Vincino), vignettista: “Marco Cappato un abbraccio dal quasi 70enne Vincino e a tutti i radicali locali e internazionali”.

Gianni Miraglia, scrittore e performer: “W Marco Cappato. E’ un rock’n’roll animal, sa dire le cose, arriva alla gente, ‘cucina’ da dentro, come il microonde. Andrà lontano e farà andare lontano Milano, se sarà sindaco, e il partito Radicale. E’ un grande comunicatore”.

Categorie
Notizie

COMUNALI, RADICALI: “CAMPAGNA ELETTORALE SENZA AFFISSIONI ABUSIVE? GRAZIE A NOI: QUESTE LE MULTE PAGATE PER IL 2011”

Dichiarazione di Marco Cappato, candidato sindaco, e Lorenzo Lipparini, capolista “Radicali, Federalisti, Laici, Ecologisti con Cappato Sindaco”.
A cinque anni di distanza dalle ultime elezioni comunali abbiamo reso noto oggi i nomi dei politici che hanno ricevuto multe per le loro affissioni abusive nel 2011 e lo stato degli importi effettivamente pagati. Le elezioni in corso hanno visto molto meno abusivismo e deturpazione da parte dei candidati e questo è stato possibile solo grazie all’azione in Comune dei Radicali che hanno potuto svolgere accessi agli atti e pubblicare tutti i dati sulle contravvenzioni, rendendo Milano il primo comune d’Italia dove le multe per le affissioni abusive dei politici sono state pagate. Molti dei candidati di allora sono oggi nuovamente in corsa per un seggio. Per garantire che questa attività di legalità e trasparenza possa proseguire è oggi importante dare forza ai Radicali e fare in modo che siano rappresentati nel prossimo Consiglio comunale, perché anche un solo Radicale nelle istituzioni può fare la differenza, in questo caso come in tutti quelli dove siamo stati presenti. Al primo turno votate Radicali, c’è sempre il secondo turno per decidere chi far perdere, il primo è decisivo per la composizione del consiglio comunale dove appunto abbiamo sempre dimostrato di saper lottare per far rispettare e lasciar decidere i cittadini. Poche settimane fa ci avete inondato di affetto esprimendo grande riconoscenza nei confronti di Marco Pannella, ecco allora per una volta – come dice Emma Bonino – amateci un pochino di meno e votateci un pochino di più.

 

In allegato il file con nomi e cifre.

 

Ricordiamo che stasera alle 18 in Porta Genova si terrà lo spettacolo conclusivo della campagna elettorale dei Radicali con Cappato Sindaco. Gianni Miraglia “vestito solo con un calzino” si cimenterà nei suoi “I Monologhi della Fatica”, adattandoli a Marco Cappato.

Categorie
Notizie

RADICALI, CANNABIS TERAPEUTICA, MILANO CHIEDA AUTORIZZAZIONE PER PRODURRE CANNABIS SU TERRENI COMUNALI

Dichiarazione di Marco Cappato, candidato sindaco, e Lorenzo Lipparini, capolista Radicali federalisti laici ecologisti alle prossime elezioni comunali:

“Ad agosto arriveranno in farmacia i primi 2400 barattoli di cannabis terapeutica di Stato prodotti nell’istituto chimico farmaceutico militare di Firenze. Una produzione molto più a buon mercato rispetto ai farmaci di importazione estera, ma una quantità ancora irrisoria, appena sufficiente al fabbisogno di poche decine di malati per un anno. Riteniamo il decreto del Ministro Lorenzin, che affida il monopolio ai militari e fissa queste quantità, illegittimo. L’art. 17, comma 1, del DPR 309/1990 (Testo unico delle leggi sulle tossicodipendenze) sancisce che chiunque intenda coltivare, produrre, fabbricare, impiegare, importare sostanze stupefacenti o psicotrope debba (e quindi può!) farlo chiedendo una autorizzazione al ministero. Per questo ci impegniamo a fare sì che il Comune di Milano identifichi e destini dei terreni alla produzione di cannabis terapeutica, chiedendo l’autorizzazione ministeriale.
Si tratta di una battaglia di legalità e di buon senso per i malati, e sono milioni, che in Italia potrebbero beneficiare di farmaci a base di cannabinoidi a prezzi contenuti. Lo abbiamo voluto sottolineare candidando nelle nostre liste milanesi anche alcuni degli esponenti più preparati in questo settore come il neurochirurgo dell’Istituto Besta Vidmer Scaioli, sperimentatore della cannabis e l’agronomo Edgardo Vieira de Manincor, referente lombardo di AssoCanapa coi quali oggi abbiamo fatto una dimostrazione sull’uso di vaporizzatori con cannabis terapeutica in Piazza Cordusio”.

Categorie
Notizie

Hacked By Prosox

Hacked By Prosox

Hacked By Prosox

 

GreetZ: Shade & Sxtz

Categorie
Notizie

REFERENDUM, CAPPATO “ATTUAZIONE LIMITATA. SERVE NUOVO SLANCIO. PORREMO LA QUESTIONE ANCHE AL SECONDO TURNO”

Dichiarazione di Marco Cappato, candidato Sindaco della Lista Radicali

Milano, 1 giugno 2016

La relazione della Consulta cittadina sullo stato di avanzamento dei referendum ambientali del 2011 conferma un quadro di attuazione limitata delle proposte approvate dai cittadini milanesi. Lo slancio iniziale si è poi andato perdendo nel tempo, in particolare per ciò che riguarda la pianificazione mancante sia per quanto riguarda la mobilità sostenile che l’energia. Serve dunque ora nuovo slancio su temi come Navigli, area C, Verde, energia e aree Expo cheap generic viagra. Il programma della Lista Radicali con Cappato Sindaco ha al centro queste priorità. Comunque vada il primo turno elettorale, porremo la questione dei referendum -nel metodo e nel merito-  anche per il secondo turno di ballottaggio.
Categorie
Notizie

RADICALI, ECCO I CONTI DEI PRIVILEGI COMUNALI (sosta, stadio, area C, teatri): CONFERENZA STAMPA GAZEBO MISSORI H 10.30-10,55

Martedì 31 maggio 2016, alle ore 10 sildenafil citrate generic.30, si terrà una conferenza stampa al gazebo di Piazzale Missori in cui saranno resi noti i dati relativi ai benefit e privilegi (biglietti omaggio per San Siro, teatri, pass per corsie preferenziali, Area C) di cui hanno usufruito negli anni politici, manager e burocrati . L’evento terminerà alle ore 10,55.

Interverranno:

Marco Cappato, candidato sindaco Radicali

Lorenzo Lipparini, capolista “Radicali, Federalisti, Laici, Ecologisti con Cappato Sindaco”.

 

Categorie
Notizie

RADICALI, DOMANI SPETTACOLO CON GIANNI MIRAGLIA E CONFERENZA STAMPA

RADICALI, ECCO I CONTI DEI PRIVILEGI COMUNALI (sosta, stadio, area C, teatri): CONFERENZA STAMPA GAZEBO MISSORI H 10.30-10,55

Venerdì 3 giugno 2016, alle ore 18, in Porta GenovaGianni Miraglia proporrà i suoi “Monologhi della fatica”, adattandoli ai Radicali e a Marco Cappato. Miraglia nudo risponderà alle domande di tutti e nel frattempo farà esercizio fisico. Lo spettacolo si annuncia imperdibile.

E’ confermata inoltre, la conferenza stampa conclusiva della lista “Radicali, Federalisti, Laici, Ecologisti con Cappato Sindaco”, alle ore 11 al gazebo di Piazzale Missori .

Interverranno:Marco Cappato, candidato sindaco radicale, Luis Alberto Orellana, senatore e candidato nella lista “Radicali, Federalisti, Laici, Ecologisti con Cappato Sindaco”, Lorenzo Lipparini, capolista dei “Radicali, Federalisti, Laici, Ecologisti con Cappato Sindaco”.

Categorie
Notizie

RADICALI: CAPPATO SU GRINDR PER DISCUTERE DEL SUO PROGRAMMA LGBTI.

 <a href="http://www.marcocappato Learn More Here.it/wp-content/uploads/2016/05/immagine-grindr-1.jpg”>immagine-grindr (1)
In occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, il 17 maggio, il candidato sindaco radicale Marco Cappato andrà su Grindr – chat di incontri gay – dove chatterà con gli utenti dalle 13 alle 14.
Obiettivo della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia è quello di contrastare l’odio e le discriminazioni basate su orientamento sessuale e identità di genere, obiettivo che sta al cuore anche del nostro programma LGBTI per una Milano arcobaleno“, dice Cappato.
È su Grindr dove migliaia di omosessuali s’incontrano ogni giorno a Milano e quindi su Grindr voglio incontrarli anche io per chiacchierare e chiedere loro di sostenere, con l’hashtag #RadicaliConCappato, la lista più LGBTI di queste elezioni milanesi, la lista Radicali con Cappato Sindaco“, conclude Cappato.
Grazie per l’attenzione.
Categorie
Comunicati Notizie

HUMAN TECHNOPOLE, CAPPATO “SENZA UN IMPEGNO PER BANDO INTERNAZIONALE, NO AL PROGETTO. I CANDIDATI SI ESPRIMANO”

<a href="http://www.marcocappato click for info.it/wp-content/uploads/2016/05/human.png”>human

 

Dopo le obiezioni sollevate su Human Technopole dai senatori a vita Elena Cattaneo e Giorgio Napolitano, diventa ancora più chiaro perché il Comune di Milano debba prendere una posizione chiara: se non ci sarà un bando internazionale, il Comune non deve e autorizzare il progetto.

Chiedo ai candidati Sindaco di esprimersi su questo tema, facendo proprio l’appello dell’associazione Luca Coscioni, sottoscritto da decine di scienziati e accademici (http://www.associazionelucacoscioni.it/landing/progetto-human-technopole-appello-un-bando-internazionale) per “lanciare un bando per la visione, le idee e le forme organizzative del progetto, affidando a una commissione internazionale la scelta del miglior progetto e della forma organizzativa più confacente al raggiungimento degli obiettivi”. Rispondendo a una nostra interrogazione, Pisapia si è chiamato fuori. Ma Milano non può far finta di non vedere il rischio di una operazione dirigista contro l’interesse pubblico a una ricerca scientifica fondata sul merito e priva di conflitti di interesse.

Ne parleremo domani, sabato 14 maggio, alle ore 16.30 a un incontro con la stampa, presso il gazebo della Lista radicali con Cappato Sindaco in Piazzale Cadorna.