Categorie
Comunicati

Lista Sala e Lista “radicali”: “dall’apparentamento impegni comuni anche per i Municipi”

shutterstock_125466188

Milano , 16 giungo  2016

A partire dai contenuti discussi e alla base dell’accordo tra i candidati sindaco Sala e Cappato, accordo espressosi con un apparentamento ufficiale,  le liste “Beppe Sala Sindaco – Noi Milano” e “radicali con Cappato Sindaco” si impegnano per le Zone / Municipi su alcuni punti, individuandoli come obiettivi comuni.

“Nei regolamenti interni prevederemo strumenti di conoscenza dell’intera attività dei Consigli municipali a partire dalle regole proposte nella scorsa consigliatura dai gruppi radicali. Attiveremo iniziative pilota di misurazione della soddisfazione dei cittadini rispetto ai servizi forniti, anche dalle Zone. Proporremo progetti di adeguata informazione sessuale nelle scuole anche con l’ausilio di strumenti multimediali e un piano di interventi per rendere accessibili gli impianti sportivi ai disabili. Prepareremo un programma in ogni Zona di iniziative culturali da tenere nelle stazioni di metropolitana, luoghi vetrina da riscoprire per promuovere e veicolare arte, architettura e design”.

Categorie
Comunicati

ELEZIONI: CAPPATO-LIPPARINI “ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI PER TOGLIERE I VITALIZI A 48 CONSIGLIERI REGIONALI FI+LEGA PER LA TRUFFA FIRMIGONI ”

Presentato esposto alla Corte dei Conti: i Radicali chiedono anche la restituzione dei fondi ai Gruppi e il risarcimento del danno di immagine ai Lombardi

 

Comunicato stampa della Lista Radicali con Cappato

 <img class="alignnone size-medium wp-image-1183" src="http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/06/lorenzo-marco-220×300.png" alt="lorenzo marco" width="220" height="300" srcset="http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/06/lorenzo-marco-220×300.png 220w, http://www.marcocappato Discover More Here.it/wp-content/uploads/2016/06/lorenzo-marco-300×410.png 300w, http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/06/lorenzo-marco.png 628w” sizes=”(max-width: 220px) 100vw, 220px” />

“Il presente esposto verte attorno alla nota vicenda delle “firme false”, che ha interessato il rinnovo del Consiglio della Regione Lombardia con la tornata elettorale del 28 e 29 marzo 2010, da cui è uscita vittoriosa la coalizione composta dalla Lista “Per la Lombardia” e dai partiti “Il Popolo delle Libertà”, “Lega Nord” e “La Destra”” così inizia l’esposto presentato da Marco Cappato e Lorenzo Lipparini (rispettivamente candidato sindaco e Capolista della Lista Radicali federalisti laici ecologisti con Cappato Sindaco), che prosegue “Come accertato da alcuni recenti pronunciamenti dei giudici civile, penale e amministrativo, la competizione elettorale del 2010 è stata irrimediabilmente viziata e falsata dalla mancata esclusione della Lista “Per la Lombardia”, che ha potuto parteciparvi, per effetto di dolo, pur essendo priva dei necessari requisiti di legge.”

 

Nello specifico, le voci di danno erariale sono così riassunte nell’esposto:

i)          spese per lo svolgimento della tornata elettorale del 2010;

ii)        indennità, diaria, assegni vitalizi, indennità di fine mandato, rimborsi spese e trattamenti di missione corrisposti agli eletti con la lista “Per la Lombardia” e con le liste provinciali collegate;

iii)      erogazioni in favore dei gruppi consigliari regionali;

iv)       erogazioni in favore dei partiti politici a titolo di rimborso delle spese elettorali;

v)         spese di lite e legali sostenute dalla Regione Lombardia per la difesa in giudizio degli interessi particolari della coalizione politica vincente alla tornata elettorale del 2010;

vi)       danno all’immagine sofferto dalla Regione Lombardia.

Categorie
Notizie

COMUNALI: CAPPATO “GANDOLFINI PUNTA SU PARISI PER TORNARE INDIETRO SU LAICITA”

Dichiarazione di Marco Cappato, Presidente di Radicali italiani

Milano, 15 giugno 2016

4856617_6_d2a7_massimo-gandolfini-organisateur-du-family_b6e9e628833e0e948133160bcc23b7f3

Le dichiarazioni con le quali il promotore del Family day Massimo Gandolfini attacca il nostro accordo con Sala sono per me una conferma positiva della scelta che abbiamo compiuto. Quando Gandolfini, sulla rivista Tempi, intima agli astenuti del primo turno il “dovere morale di opporvi agli apparentamenti che combattono contro la famiglia e contro la vita» dimostra di non rendersi contro che le nostre iniziative sono a favore di scelte di famiglia e di vita che siano basate sulla libertà e responsabilità individuale. Dopo il preannuncio di Parisi di chiudere il registro del testamento biologico, Gandolfini punta su di lui per tornare indietro su laicità e libertà civili.

Categorie
Comunicati

Al ballottaggio di domenica 19 giugno la lista “Radicali, Federalisti, Laici, Ecologisti” ha scelto di sostenere Beppe Sala firmando un collegamento formale.

2016-06-14  Cappato Sala  211

Da parte di Sala abbiamo ascoltato parole non demagogiche sui temi della sicurezza e dell’immigrazione, per una città europea e laica, con impegni concreti su iniziative che sono nostre da anni webpage. Gli obiettivi programmatici comuni sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa di Marco Cappato e Beppe Sala, che ha fatto propri tre grandi obiettivi Radicali:

– PARTECIPAZIONE

Introduzione sperimentazione referendum sul modello svizzero di federalismo municipale: anche su tributi “di scopo”, eliminazione del quorum qualora siano raccolte il doppio delle firme ad oggi necessarie. Attivazione anche online degli strumenti partecipativi ad oggi previsti dallo statuto;

– TRASPARENZA

Pubblicazione di ogni atto utile a valutare l’attività dei consiglieri e degli assessori e di ogni atto approvato da Giunta e Consiglio. Anagrafe pubblica degli appalti e pubblicazione on line dei bilanci delle partecipate e degli stipendi delle posizioni apicali e delle consulenze. Raccolta e pubblicazione di tutti i parametri di valutazione delle attività svolte delle partecipate e del grado di soddisfazione degli utenti;

– SOSTENIBILITÀ

Progetto dei Navigli riaperti ed aumento degli investimenti in sostenibilità, ad esempio per la conversione di immobili commerciali sfitti in alloggi sociali senza consumo di suolo.

La Conferenza stampa si può riascoltare su Radio Radicale

http://www.radioradicale.it/scheda/478380/incontro-con-la-stampa-per-illustrare-il-programma-comune-e-le-ragioni

Categorie
Notizie

COMUNALI: CAPPATO “PARISI FA BENE ALLA DESTRA, MA NON FAREBBE BENE A MILANO”.

Dichiarazione di Marco Cappato, Candidato Sindaco per la lista “Radicali”

Milano, 9 maggio 2016

Stefano Parisi sta avendo per ora qualche successo nel contenere Salvini e nel fare sì che le elezioni amministrative non siano avvelenate da dosi eccessive di propaganda xenofoba. Vedremo se dura. Resta il fatto che -al di là della stucchevole polemica del PD sui candidati cosiddetti “impresentabili”- la Lega rimane (e rimarrà almeno a Milano) azionista di maggioranza della destra sulla base di una strategia nazionalista e anti-federalista.

Sui temi dell’ambiente e del verde, è invece Parisi stesso a giocare in prima persona un ruolo deleterio, proponendo un ritorno al passato persino rispetto alle blande misure approvate da Pisapia. La voglia di Parisi di intensificare la cementificazione e di sospendere Area C, nonché il vero e proprio negazionismo sugli effetti del traffico automobilistico sull’inquinamento atmosferico, farebbero di lui un Sindaco contro l’ambiente.  Per il resto, oltre al grave annuncio della volontà chiusura dei registri delle unioni civili e del testamento biologico, Parisi non ha il coraggio -come del resto Sala- di dire chiaramente quali aziende partecipate privatizzerebbe (vista la contrarietà della Lega) dimostrando come la sua predilezione liberale non abbia gambe per correre a Milano.

Per questo, vedrei meglio Parisi tra i leader nazionali di un centrodestra che provi ad imboccare di nuovo il cammino della “rivoluzione liberale” -annunciato ma mai praticato da Berlusconi 22 anni- anche contro la Lega, piuttosto che come Sindaco di Milano imbrigliato dalla Lega e dalla propria miopia sui temi ambientali.Parisi fa bene alla destra, ma non farebbe bene a Milano.

Categorie
Comunicati

COMUNALI: BONINO “SARO’ A MILANO PER LA LISTA RADICALI CON CAPPATO SINDACO. SUBITO DIBATTITO TRA I CANDIDATI!”

<img class="alignleft wp-image-721 size-medium" src="http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/05/bonino-cappato-297×300 best place to buy generic viagra online.jpg” alt=”bonino-cappato” width=”297″ height=”300″ srcset=”http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/05/bonino-cappato-297×300.jpg 297w, http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/05/bonino-cappato-90×90.jpg 90w, http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/05/bonino-cappato-300×303.jpg 300w, http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/05/bonino-cappato.jpg 439w” sizes=”(max-width: 297px) 100vw, 297px” />Dichiarazione di Emma Bonino, leader radicale

Milano, 9 maggio 2016

Faccio i complimenti a tutti i volontari che hanno reso possibile la presentazione della Lista “radicali, federalisti, laici- ecologisti con Cappato Sindaco al Comune e nei municipi di Milano. A loro e a tutti preannuncio che il 26 e 27 maggio sarò a Milano per sostenere la candidatura di Marco Cappato e questa bellissima lista, capeggiata da giovani militanti come Lorenzo Lipparini e Barbara Bonivicini e che rappresenta storiche lotte come quella sulla giustizia giusta, con la candidatura della compagna di Enzo Tortora, Francesca Scopelliti, e sulle libertà civili, con Mina Welby e Filomena Gallo che chiudono le liste assieme al tesoriere Valerio Federico e ai parlamentari Mara Mucci e Luis Alberto Orellana, che ringrazio per la  generosità.

Sono ben consapevole che la nostra partita si giochi sulla possibilità per i cittadini di conoscere le nostre idee, proposte e storie, per questo trovo azzeccato lo slogan scelto da Cappato “Se ci conosci, ci voti” e rivolgo una richiesta precisa ai Dirigenti della RAI e agli organismi di vigilanza: si organizzino almeno tre dibattiti tra i candidati e Sindaco e si inizi subito: gli elettori hanno diritto di assistere immediatamente a un primo confronto tra candidati.

Categorie
Comunicati

LIBERTA’ SESSUALI: CAPPATO “OGGI IN PIAZZA, ANCHE PER DIRE BASTA ALLA CENSURA CONTRO I RADICALI”

Milano, 30 aprile 2016

Ci saremo anche noi, oggi in piazza con le famiglie arcobaleno. E’ scontato, certo, vista la nostra storia. Ma non può essere questa una buona ragione per censurare sia la nostra storia che la nostra candidatura, come invece si ostinano a fare le trasmissioni nazionali di RAI e Mediaeset (ancora nemmeno un secondo dedicato a informare i telespettatori della mia candidatura) e le pagine milanesi di Repubblica e Corriere della Sera, in particolare.

Saremo in piazza dunque oggi a manifestare anche in difesa del diritto alla conoscenza, senza il quale non si ottiene alcuna libertà, né sessuale né di altro tipo. Gli elettori milanesi hanno diritto di sapere che c’è un candidato sindaco che è stato arrestato a Mosca perché manifestava al gay pride, che nella lista radicale c’è il primo candidato con tratti intersessuali della storia della politica, insieme a una candidata transessuale, ai promotori dei ricorsi europei sulle discriminazioni contro le coppie gay  e ai leader dell’associazione radicale Certi diritti.

La nostra storia è quella del partito che negli anni 70 aprì le sedi al “Fuori!”. A Milano, è la storia di chi ha raccolto le firme per le delibere di iniziativa popolare sulle unioni civili e sul testamento biologico, oltre che per il piano antidiscriminazioni che la Giunta Pisapia non ha però mai realizzato. La nostra storia è tutta un’altra storia, e per questo merita di essere conosciuta.