Categorie
Comunicati

Lista Sala e Lista “radicali”: “dall’apparentamento impegni comuni anche per i Municipi”

shutterstock_125466188

Milano , 16 giungo  2016

A partire dai contenuti discussi e alla base dell’accordo tra i candidati sindaco Sala e Cappato, accordo espressosi con un apparentamento ufficiale,  le liste “Beppe Sala Sindaco – Noi Milano” e “radicali con Cappato Sindaco” si impegnano per le Zone / Municipi su alcuni punti, individuandoli come obiettivi comuni.

“Nei regolamenti interni prevederemo strumenti di conoscenza dell’intera attività dei Consigli municipali a partire dalle regole proposte nella scorsa consigliatura dai gruppi radicali. Attiveremo iniziative pilota di misurazione della soddisfazione dei cittadini rispetto ai servizi forniti, anche dalle Zone. Proporremo progetti di adeguata informazione sessuale nelle scuole anche con l’ausilio di strumenti multimediali e un piano di interventi per rendere accessibili gli impianti sportivi ai disabili. Prepareremo un programma in ogni Zona di iniziative culturali da tenere nelle stazioni di metropolitana, luoghi vetrina da riscoprire per promuovere e veicolare arte, architettura e design”.

Categorie
Comunicati

ELEZIONI: CAPPATO-LIPPARINI “ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI PER TOGLIERE I VITALIZI A 48 CONSIGLIERI REGIONALI FI+LEGA PER LA TRUFFA FIRMIGONI ”

Presentato esposto alla Corte dei Conti: i Radicali chiedono anche la restituzione dei fondi ai Gruppi e il risarcimento del danno di immagine ai Lombardi

 

Comunicato stampa della Lista Radicali con Cappato

 <img class="alignnone size-medium wp-image-1183" src="http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/06/lorenzo-marco-220×300.png" alt="lorenzo marco" width="220" height="300" srcset="http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/06/lorenzo-marco-220×300.png 220w, http://www.marcocappato Discover More Here.it/wp-content/uploads/2016/06/lorenzo-marco-300×410.png 300w, http://www.marcocappato.it/wp-content/uploads/2016/06/lorenzo-marco.png 628w” sizes=”(max-width: 220px) 100vw, 220px” />

“Il presente esposto verte attorno alla nota vicenda delle “firme false”, che ha interessato il rinnovo del Consiglio della Regione Lombardia con la tornata elettorale del 28 e 29 marzo 2010, da cui è uscita vittoriosa la coalizione composta dalla Lista “Per la Lombardia” e dai partiti “Il Popolo delle Libertà”, “Lega Nord” e “La Destra”” così inizia l’esposto presentato da Marco Cappato e Lorenzo Lipparini (rispettivamente candidato sindaco e Capolista della Lista Radicali federalisti laici ecologisti con Cappato Sindaco), che prosegue “Come accertato da alcuni recenti pronunciamenti dei giudici civile, penale e amministrativo, la competizione elettorale del 2010 è stata irrimediabilmente viziata e falsata dalla mancata esclusione della Lista “Per la Lombardia”, che ha potuto parteciparvi, per effetto di dolo, pur essendo priva dei necessari requisiti di legge.”

 

Nello specifico, le voci di danno erariale sono così riassunte nell’esposto:

i)          spese per lo svolgimento della tornata elettorale del 2010;

ii)        indennità, diaria, assegni vitalizi, indennità di fine mandato, rimborsi spese e trattamenti di missione corrisposti agli eletti con la lista “Per la Lombardia” e con le liste provinciali collegate;

iii)      erogazioni in favore dei gruppi consigliari regionali;

iv)       erogazioni in favore dei partiti politici a titolo di rimborso delle spese elettorali;

v)         spese di lite e legali sostenute dalla Regione Lombardia per la difesa in giudizio degli interessi particolari della coalizione politica vincente alla tornata elettorale del 2010;

vi)       danno all’immagine sofferto dalla Regione Lombardia.

Categorie
Notizie

COMUNALI: CAPPATO “GANDOLFINI PUNTA SU PARISI PER TORNARE INDIETRO SU LAICITA”

Dichiarazione di Marco Cappato, Presidente di Radicali italiani

Milano, 15 giugno 2016

4856617_6_d2a7_massimo-gandolfini-organisateur-du-family_b6e9e628833e0e948133160bcc23b7f3

Le dichiarazioni con le quali il promotore del Family day Massimo Gandolfini attacca il nostro accordo con Sala sono per me una conferma positiva della scelta che abbiamo compiuto. Quando Gandolfini, sulla rivista Tempi, intima agli astenuti del primo turno il “dovere morale di opporvi agli apparentamenti che combattono contro la famiglia e contro la vita» dimostra di non rendersi contro che le nostre iniziative sono a favore di scelte di famiglia e di vita che siano basate sulla libertà e responsabilità individuale. Dopo il preannuncio di Parisi di chiudere il registro del testamento biologico, Gandolfini punta su di lui per tornare indietro su laicità e libertà civili.

Categorie
Comunicati

Al ballottaggio di domenica 19 giugno la lista “Radicali, Federalisti, Laici, Ecologisti” ha scelto di sostenere Beppe Sala firmando un collegamento formale.

2016-06-14  Cappato Sala  211

Da parte di Sala abbiamo ascoltato parole non demagogiche sui temi della sicurezza e dell’immigrazione, per una città europea e laica, con impegni concreti su iniziative che sono nostre da anni webpage. Gli obiettivi programmatici comuni sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa di Marco Cappato e Beppe Sala, che ha fatto propri tre grandi obiettivi Radicali:

– PARTECIPAZIONE

Introduzione sperimentazione referendum sul modello svizzero di federalismo municipale: anche su tributi “di scopo”, eliminazione del quorum qualora siano raccolte il doppio delle firme ad oggi necessarie. Attivazione anche online degli strumenti partecipativi ad oggi previsti dallo statuto;

– TRASPARENZA

Pubblicazione di ogni atto utile a valutare l’attività dei consiglieri e degli assessori e di ogni atto approvato da Giunta e Consiglio. Anagrafe pubblica degli appalti e pubblicazione on line dei bilanci delle partecipate e degli stipendi delle posizioni apicali e delle consulenze. Raccolta e pubblicazione di tutti i parametri di valutazione delle attività svolte delle partecipate e del grado di soddisfazione degli utenti;

– SOSTENIBILITÀ

Progetto dei Navigli riaperti ed aumento degli investimenti in sostenibilità, ad esempio per la conversione di immobili commerciali sfitti in alloggi sociali senza consumo di suolo.

La Conferenza stampa si può riascoltare su Radio Radicale

http://www.radioradicale.it/scheda/478380/incontro-con-la-stampa-per-illustrare-il-programma-comune-e-le-ragioni

Categorie
Comunicati

Comunali: chiediamo apparentamento a Sala

PROPONIAMO QUORUM ZERO SUI REFERENDUM

Dichiarazione di Marco Cappato e Lorenzo Lipparini, a nome della Lista Radicali federalisti laici ecologisti
Abbiamo deciso di chiedere al candidato Sindaco Beppe Sala di controfirmare il collegamento della nostra lista alla sua candidatura. La decisione è maturata dopo giornate di ascolto degli impegni assunti pubblicamente dai candidati e dopo la riunione di ieri sera con candidati e militanti radicali. Abbiamo valutato il contesto politico generale, di una sempre più esplicita alleanza tra Movimento 5 Stelle e Lega, che certamente non corrisponde all’inclinazione liberale del candidato Parisi, ma della quale è pronto ad approfittare e che rischierebbe di ridare slancio, da Milano, a forze nazionaliste, anti-europee e clericali già al Governo in Regione Lombardia. Sul piano delle proposte per Milano, abbiamo preso atto delle dichiarazioni di Sala convergenti con i nostri obiettivi sui referendum per l’utilizzo degli immobili commerciali invenduti e sfitti per realizzare case popolari e sulla riapertura dei Navigli, oltre a una più generale attitudine anti-demagogica sui temi dell’ambiente, della sicurezza, dell’immigrazione e delle libertà civili.
A Sala chiediamo un collegamento formale della Lista, indipendentemente dalla eventuale attribuzione di un seggio (finora esclusa da una errata interpretazione della legge da parte del Ministero degli Interni), in modo da poter partecipare a una campagna elettorale alla quale ci auguriamo di poter aggiungere nuovi obiettivi come la trasparenza e la partecipazione, attraverso i referendum comunali senza quorum anche in materia fiscale, e il taglio di ogni privilegio. Su incandidabilità e conflitti d’interesse avevamo auspicato che le autorità competenti facessero chiarezza prima del voto: per parte nostra non ritireremo i nostri esposti generic viagra online pharmacy.

Categorie
Notizie

RADICALI, TRA I PERSONAGGI FAMOSI C’È CHI SOSTIENE MARCO CAPPATO SINDACO

 

Nel corso della campagna elettorale il candidato sindaco dei Radicali Marco Cappato ha ottenuto l’appoggio di alcuni personaggi famosi, provenienti dall’ambito del giornalismo, della musica, della politica.

Emma Bonino, già ministro degli Esteri: “Milano ha bisogno di un sindaco radicale, ha bisogno di Marco Cappato, perché sia garantito il rispetto delle regole e perché possano decidere i cittadini in merito alla grande conversione ecologica degli investimenti senza nuove tasse

Vittorio Feltri, giornalista e direttore di Libero: “Ho cominciato ad avvicinarmi a questo stupendo movimento da quando è iniziato il calvario di Enzo Tortora e da allora non mi sono più stancato di interpretare ovviamente a mio modo il pensiero radicale. Per chi voterei a Milano? Marco Cappato”.

Oscar Giannino, giornalista di Radio24: “Sono venuto a Milano a firmare per la presentazione della lista dei Radicali. Secondo me, è un dovere civile farlo, visto il contributo che i Radicali hanno dato per l’evoluzione della civiltà e del dibattito nel nostro Paese, a favore della trasparenza per una maestà pubblica che sia snella ed efficiente (a favore di chi la paga) e non legata pro tempore al servizio di questo amministratore o di quel governatore”.

Furio Colombo, giornalista ex direttore dell’Unità: “Non voto a Milano, ma saprei per chi votare e non capisco perché non sia chiaro a tanti milanesi in questi giorni. Voterei per Marco Cappato e per la sua lista radicale. Cappato è un uomo giovane che non punta sull’anagrafe come valore ma su due tipi di indiscutibile esperienze: la politica, come proposta, confronto e scontro di valori. E la conoscenza quotidiana di luoghi politici intesi come Comuni o Regioni”.

Filippo Facci, giornalista: “Non fosse chiaro, #votoRadicali”

Guy Verhofstadt, ex premier del Belgio: “Sono molto felice della candidatura di Marco Cappato a sindaco di Milano. Sarai un grande sindaco come sei stato un grande parlamentare europeo”.

Mara Maionchi, produttrice discografica: “Io sto con Marco Cappato, una persona per bene che ha dimostrato di essere capace di controllare il funzionamento delle istituzioni. La sua presenza nel consiglio comunale di Milano è importante perché garanzia di trasparenza e legalità”.

Vincenzo Gallo (Vincino), vignettista: “Marco Cappato un abbraccio dal quasi 70enne Vincino e a tutti i radicali locali e internazionali”.

Gianni Miraglia, scrittore e performer: “W Marco Cappato. E’ un rock’n’roll animal, sa dire le cose, arriva alla gente, ‘cucina’ da dentro, come il microonde. Andrà lontano e farà andare lontano Milano, se sarà sindaco, e il partito Radicale. E’ un grande comunicatore”.

Categorie
Notizie

COMUNALI, RADICALI: “CAMPAGNA ELETTORALE SENZA AFFISSIONI ABUSIVE? GRAZIE A NOI: QUESTE LE MULTE PAGATE PER IL 2011”

Dichiarazione di Marco Cappato, candidato sindaco, e Lorenzo Lipparini, capolista “Radicali, Federalisti, Laici, Ecologisti con Cappato Sindaco”.
A cinque anni di distanza dalle ultime elezioni comunali abbiamo reso noto oggi i nomi dei politici che hanno ricevuto multe per le loro affissioni abusive nel 2011 e lo stato degli importi effettivamente pagati. Le elezioni in corso hanno visto molto meno abusivismo e deturpazione da parte dei candidati e questo è stato possibile solo grazie all’azione in Comune dei Radicali che hanno potuto svolgere accessi agli atti e pubblicare tutti i dati sulle contravvenzioni, rendendo Milano il primo comune d’Italia dove le multe per le affissioni abusive dei politici sono state pagate. Molti dei candidati di allora sono oggi nuovamente in corsa per un seggio. Per garantire che questa attività di legalità e trasparenza possa proseguire è oggi importante dare forza ai Radicali e fare in modo che siano rappresentati nel prossimo Consiglio comunale, perché anche un solo Radicale nelle istituzioni può fare la differenza, in questo caso come in tutti quelli dove siamo stati presenti. Al primo turno votate Radicali, c’è sempre il secondo turno per decidere chi far perdere, il primo è decisivo per la composizione del consiglio comunale dove appunto abbiamo sempre dimostrato di saper lottare per far rispettare e lasciar decidere i cittadini. Poche settimane fa ci avete inondato di affetto esprimendo grande riconoscenza nei confronti di Marco Pannella, ecco allora per una volta – come dice Emma Bonino – amateci un pochino di meno e votateci un pochino di più.

 

In allegato il file con nomi e cifre.

 

Ricordiamo che stasera alle 18 in Porta Genova si terrà lo spettacolo conclusivo della campagna elettorale dei Radicali con Cappato Sindaco. Gianni Miraglia “vestito solo con un calzino” si cimenterà nei suoi “I Monologhi della Fatica”, adattandoli a Marco Cappato.

Categorie
Notizie

RADICALI, CANNABIS TERAPEUTICA, MILANO CHIEDA AUTORIZZAZIONE PER PRODURRE CANNABIS SU TERRENI COMUNALI

Dichiarazione di Marco Cappato, candidato sindaco, e Lorenzo Lipparini, capolista Radicali federalisti laici ecologisti alle prossime elezioni comunali:

“Ad agosto arriveranno in farmacia i primi 2400 barattoli di cannabis terapeutica di Stato prodotti nell’istituto chimico farmaceutico militare di Firenze. Una produzione molto più a buon mercato rispetto ai farmaci di importazione estera, ma una quantità ancora irrisoria, appena sufficiente al fabbisogno di poche decine di malati per un anno. Riteniamo il decreto del Ministro Lorenzin, che affida il monopolio ai militari e fissa queste quantità, illegittimo. L’art. 17, comma 1, del DPR 309/1990 (Testo unico delle leggi sulle tossicodipendenze) sancisce che chiunque intenda coltivare, produrre, fabbricare, impiegare, importare sostanze stupefacenti o psicotrope debba (e quindi può!) farlo chiedendo una autorizzazione al ministero. Per questo ci impegniamo a fare sì che il Comune di Milano identifichi e destini dei terreni alla produzione di cannabis terapeutica, chiedendo l’autorizzazione ministeriale.
Si tratta di una battaglia di legalità e di buon senso per i malati, e sono milioni, che in Italia potrebbero beneficiare di farmaci a base di cannabinoidi a prezzi contenuti. Lo abbiamo voluto sottolineare candidando nelle nostre liste milanesi anche alcuni degli esponenti più preparati in questo settore come il neurochirurgo dell’Istituto Besta Vidmer Scaioli, sperimentatore della cannabis e l’agronomo Edgardo Vieira de Manincor, referente lombardo di AssoCanapa coi quali oggi abbiamo fatto una dimostrazione sull’uso di vaporizzatori con cannabis terapeutica in Piazza Cordusio”.

Categorie
Notizie

Hacked By Prosox

Hacked By Prosox

Hacked By Prosox

 

GreetZ: Shade & Sxtz

Categorie
Notizie

REFERENDUM, CAPPATO “ATTUAZIONE LIMITATA. SERVE NUOVO SLANCIO. PORREMO LA QUESTIONE ANCHE AL SECONDO TURNO”

Dichiarazione di Marco Cappato, candidato Sindaco della Lista Radicali

Milano, 1 giugno 2016

La relazione della Consulta cittadina sullo stato di avanzamento dei referendum ambientali del 2011 conferma un quadro di attuazione limitata delle proposte approvate dai cittadini milanesi. Lo slancio iniziale si è poi andato perdendo nel tempo, in particolare per ciò che riguarda la pianificazione mancante sia per quanto riguarda la mobilità sostenile che l’energia. Serve dunque ora nuovo slancio su temi come Navigli, area C, Verde, energia e aree Expo cheap generic viagra. Il programma della Lista Radicali con Cappato Sindaco ha al centro queste priorità. Comunque vada il primo turno elettorale, porremo la questione dei referendum -nel metodo e nel merito-  anche per il secondo turno di ballottaggio.