legge 40

Laicità: meno male che l'Europa (a volte) c'è

Lunedì scorso, i giudici della Corte Europea dei diritti dell’Uomo, hanno dichiarato inammissibile il ricorso proposto dal Governo Monti in difesa della legge 40 e del divieto di accesso alle tecniche per le coppie fertili.

Davvero una brutta figura, che come Associazione Luca Coscioni avevamo cercato di far evitare all'Italia e al Governo. Una brutta pagina, di quell'opera anti-costituzionale e anti-europea che la politica clericale aveva iniziato a scrivere, in modi traversale e bipartisan, all'inizio degli anni 2000, con l'elaborazione e l'approvazione della legge 40 contro la procreazione medicalmente assistita.

Legge 40, meno male che ci sono i tribunali

Pubblicato nel mio blog de Il Fatto Quotidiano
 
La notizia è che il tribunale di Firenze ha rinviato la legge 40 sulla fecondazione medicalmente assistita alla Consulta, sollevando questione di costituzionalità in merito al divieto di utilizzo ai fini della ricerca degli embrioni sovrannumerari malati o abbandonati e alla irrevocabilità del consenso della donna ai trattamenti di procreazione assistita dopo la fecondazione dell’ovocita. Con questa ordinanza diventano 20 le decisioni che hanno smantellato la legge 40.
La questione è di particolare interesse, e segue di pochi giorni quella che viene dal Senato francese, che propone di liberare definitivamente la ricerca scientifica Oltralpe sulle cellule staminali embrionali. In pratica, si tratta di decidere che gli embrioni sovrannumerari (cioè avanzati dalla fecondazione assistita) non siano lasciati a marcire per sempre nei congelatori ma siano utilizzati per la ricerca contro le malattie.

Convegno: “Fecondazione assistita e ricerca: QUEL CHE RESTA DELLA LEGGE 40”

Roma 17 dicembre 2010, ore 08:55, Sala Conferenze Senato - Ex Hotel Bologna,
Via di S. Chiara, 4-5 Roma

Per partecipare al Convegno è necessario registrarsi inviando una mail con i propri dati entro le 13:00 di giovedì 16 dicembre a info@lucacoscioni.it
Ai signori è fatta richiesta di indossare giacca e cravatta per poter accedere ai locali della Sala Conferenze.
Per informazioni chiarimenti: 06 68979286

Ed ora il Governo si adegui

Da L'Unità del 3 aprile 2009

«Ora al governo non resta che adeguarsi alla sentenza della Corte Costituzionale, modificando radicalmente le linee guida al fine di togliere ogni incertezza giuridica per le donne che scelgono di affrontare i trattamenti di fecondazione assistita».

Legge 40: su linee guida il CSS non può tardare risposta. Su Welby fu molto veloce

Apprendiamo il primo atto dovuto che mi auguro possa in pochi giorni portare all’emanazione delle linee guida, a oltre sei mesi di illegalità a causa del mancato rinnovo delle precedenti scadute dal mese di agosto.

Domani, conferenza stampa dell'Associazione Coscioni: iniziativa nonviolenta di dialogo con il Ministro Turco

Domani, venerdì 1 febbraio 2008, ore 11.00, nella Sala stampa della Camera, Via delle Missione, 4

AVVIO DI INIZIATIVA NONVIOLENTA DI DIALOGO CON IL MINISTRO TURCO PER INTERROMPERE LE ILLEGALITÀ SU SALUTE E RICERCA,

Fecondazione: cade una proibizione violenta, abusiva e irragionevole

La decisione del TAR del Lazio di accogliere il ricorso delle associazioni che si occupano di fecondazione assistita fa finalmente cadere una proibizione violenta, abusiva e irragionevole, che finora è stata pagata dai cittadini italiani portatori di malattie genetiche.

Condividi contenuti