Programma per I MUNICIPI | Marco Cappato
Leader dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica, promotore della campagna EutanaSia Legale per vivere liberi fino alla fine.
Marco Cappato, Libertà, Legalità, Laicità.
1059
page-template-default,page,page-id-1059,page-child,parent-pageid-136,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

x IL MUNICIPIO
federalismo, democrazia, cittadinanza

Federalismo

Città metropolitana democratica e municipi autonomi

Suddividere il Comune in municipi autonomi e creazione della vera Città Metropolitana di Milano con l’elezione diretta del sindaco e dei consiglieri metropolitani, e battersi per il federalismo fiscale municipale e referendario. Consultare i cittadini su iniziative di quartiere, coinvolgerli con Consulte anche estratte a sorte.


Democrazia

Far decidere i cittadini

Informare e consultare i cittadini sull’attività dell’amministrazione. Far decidere i cittadini, attraverso gli strumenti delle iniziative popolari e dei referendum. Eliminare il quorum per i referendum municipali.


Amministrazione

Meno burocrazia più digitalizzazione

Trasformazione digitale della pubblica amministrazione, abbandonando l’uso della carta e ridefinendo il flusso informativo grazie a servizi interattivi online, procedure semplificate di registrazione e gestione delle pratiche, condivisione dei dati tra uffici e sportello unico online. Costruzione di nuovi servizi on line a favore del cittadino (card unica dei servizi).


Trasparenza

Libero accesso alle informazioni

Pubblicazione in formato aperto e consultabile di tutti i documenti interni e degli atti nel corso del processo decisionale, albo pretorio con archivio sempre online, registro delle attività istituzionali del Consiglio. Possibilità di decidere la pubblicità delle riunioni delle giunte municipali.

x IL QUARTIERE
qualità della vita, dell’ambiente e dell’economia

Traffico e mobilità

Più mobilità con meno traffico

la creazione di un secondo anello di Area C (al costo del biglietto del bus) in corrispondenza della circonvallazione “90-91”, il potenziamento dei mezzi pubblici, bike e car sharing elettrico. Biglietto integrato, valido in tutta l’area metropolitana.


Verde

Raddoppiare le aree verdi

Raddoppiare aree verdi, alberi e parchi, attraverso la riconversione a verde degli scali ferroviari dismessi e delle ex Caserme. Tutelare le aiuole dalla sosta selvaggia e creare itinerari ciclopedonali e verdi tra le periferie e dalle periferie al centro.

x LE PERSONE
libertà, accessibilità, inclusione

Disabilità e Assistenza

Assistenza autogestita

Promuovere l’assistenza autogestita per la vita indipendente e istituire l’assistente sessuale per le persone disabili. Privilegiare l’assistenza in piccoli centri diurni invece che in grandi strutture per dare la possibilità alle persone disabili di fare esperimenti di vita autonoma dal nucleo familiare. Facilitare la costruzione di un osservatorio sui servizi sociali milanesi con l’obiettivo di garantire che gli interventi implementati dal Comune siano in grado di affiancare le persone in modo adeguato.
Realizzare sponsorizzazioni tecniche per l’abbattimento di piccole barriere architettoniche ad opera di esercizi commerciali, società e privati.
Utilizzare il servizio radio bus per il trasporto diurno delle persone disabili.


Immigrazione

Far convivere tutti secondo le regole di Milano

Puntare su una accoglienza diffusa e integrata nel territorio invece che sulla concentrazione in grandi centri o quartieri-ghetto. Chi vive a Milano deve ricevere formazione sulle nostre regole: no a comunità chiuse che calpestano i diritti, in particolare delle donne e delle persone LGBTI. Obbligo di corsi d’inglese per i dipendenti del Municipio a contatto con il pubblico.


Religione

Spazi per esercitare la libertà di culto

Apertura di una “Stanza del Silenzio” in uno degli spazi multifunzionali gestiti dal Municipio.


Libertà Civili

Liberi di scegliere dall’inizio alla fine

Regolamentare la prostituzione istituendo aree dedicate. Aprire stanze “salvavita” per ridurre il danno sanitario e sociale delle droghe. Promuovere un’ampia campagna di informazione sulle malattie a trasmissione sessuale. Registro della bigenitorialità aperto anche ai figli di coppie omosessuali.


Cultura

Innovazione e libertà per turismo e biblioteche

Informare sui percorsi turistici accessibili alle persone disabili. Biblioteche trasformate in centri culturali e creativi, aperti anche la sera, affidando la gestione a studenti universitari. Un progetto per la cultura non solo fine a se stessa, ma per migliorare la coesione sociale in città e nei quartieri. Un piano comunale per favorire microprogetti culturali, con punti di forza proprio nelle zone meno favorite della città. Progetti di design collaborativo per coinvolgere la cittadinanza. Progetti per rendere la cultura accessibile a tutti, comprese le persone con disabilità, e per scambiare attivamente le culture presenti a Milano, anche come polo di attrazione di un turismo fresco e alternativo.
Utilizzare le aree dismesse di Sogemi per promuovere iniziative culturali, concedendole ad associazioni che si occupino di sviluppo culturale e sociale.