Per La Città | Marco Cappato
Leader dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica, promotore della campagna EutanaSia Legale per vivere liberi fino alla fine.
Marco Cappato, Libertà, Legalità, Laicità.
366
page-template-default,page,page-id-366,page-child,parent-pageid-136,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

Per La Città

Un grande progetto

Investire nella grande trasformazione ecologica e sociale di Milano (mobilità, verde, case popolari, Navigli) vendendo le partecipazioni comunali (privilegiando l’azionariato popolare e scorporando reti e strutture) di aziende come SEA aeroporti, A2A, Milano Serravalle, MM, Farmacie, Mercati comunali. Sogemi, Milanosport attraverso un grande piano da sottoporre a referendum.

Libertà economiche

Liberalizzare e mettere a gara la gestione dei servizi pubblici (trasporti, mense, sport, case popolari) separandoli dalle strutture (che restano di proprietà pubblica) per aumentare la qualità, ridurre le clientele e tagliare, anche con le privatizzazioni, il debito. Valorizzare il patrimonio comunale, il demanio e i beni immateriali comunali come i marchi, per ridurre le tasse.

Traffico e mobilità

Dimezzare il traffico su auto e velocizzare gli spostamenti, con la realizzazione della Metro 6, nuovo passante ferroviario a ovest, la pedonalizzazione del centro, creazione di un secondo anello di Area C (al costo del biglietto del bus)  in corrispondenza della “90-91”, potenziamento dei mezzi pubblici, raddoppio auto pubbliche (taxi, car-sharing e auto con conducente). Biglietto integrato, valido in tutta l’area metropolitana.

Navigli

Riaprire i Navigli e farli tornare navigabili, dal Lago Maggiore al Po passando per la Darsena di Milano, sulla base dello studio di fattibilità già realizzato grazie al referendum di MilanoSìMuove del 2011.

Verde

Raddoppiare aree verdi, alberi e parchi, attraverso la riconversione a verde degli scali ferroviari dismessi e delle ex Caserme.  Tutelare le aiuole dalla sosta selvaggia e creare itinerari ciclopedonali e verdi tra le periferie e dalle periferie al centro.

Abitare

Realizzare 25.000 nuovi alloggi ristrutturando gli immobili in edilizia sociale esistenti e trasformando gli uffici sfitti o invenduti in alloggi sociali. Incentivare i concorsi di architettura, la densificazione urbana riducendo il consumo di suolo, il risparmio energetico.