LISTA AMNISTIA RISCHIA L'ELIMINAZIONE ANCHE DALLE REGIONALI DOPO IL NO DI AMBROSOLI. APPELLO A "FASCISTI" E..."DEMOCRATICI"

Dichiarazione di Marco Cappato, candidato Presidente della Regione Lombardia per la Lista Amnistia, Giustizia e Libertà

La Lista Amnistia, Giustizia e Libertà non sarà presente sulla scheda elettorale per la Camera dei Deputati in alcuna delle tre circoscrizioni lombarde e potrà essere votata soltanto per il Senato. Dai conteggi che abbiamo -non superiori alle 1.500 firme sulle 9.000 necessarie alle Regionali in Lombardia- è evidente che con la nostra sola forza militante -che sconta anche l'indisponibilità, salvo eccezioni, di autenticatori di altri partiti- l'obiettivo della presentazione della nostra lista anche alle elezioni regionali rischia seriamente di non essere raggiunto.

Sabato a Varese conf. stampa con Cappato e Federico h.11.30 e tavolo di raccolta firme

Sabato 19 gennaio alle h.11.30 in Piazza Carducci (alla fine di Corso Matteotti) a Varese si terrà una conferenza stampa della Lista AMNISTIA GIUSTIZIA LIBERTA'.
Saranno presenti i Radicali Marco Cappato, candidato alla presidenza di Regione Lombardia e Valerio Federico, capolista nella circoscrizione di Varese.

Fino alle h.17 i Radicali in Piazza Carducci raccoglieranno le firme sia per la Lista dei candidati al consiglio regionale sia per le Liste dei candidati al Parlamento nazionale

 

valerio federico 335-8256736

 

REGIONALI: DOMANI A BRESCIA PER FIRME LISTA AMNISTIA GIUSTIZIA LIBERTA'

Ore 11 caffé della stampa, Piazza della Loggia

Marco Cappato (candidato a Presidente della Regione Lombardia per la Lista Amnistia, Giustizia e Libertà e capolista per la circoscrizione provinciale di BRESCIA) terrà una conferenza stampa domani, venerdì 18 gennaio, alle ore 11, presso il Caffè della stampa in Piazza della Loggia.
E' in corso la raccolta delle firme necessarie per la presentazione della Lista Amnistia, Giustizia e Libertà sia alle elezioni regionali in Lombardia che al Parlamento nazionale. Tutte le informazioni sulle liste e i tavoli si trovano su: http://www.amnistiagiustizialiberta.it/

 

RADICALI: "PUBBLICHIAMO AGGIORNAMENTO BENEFICIARI PASS CORSIE PREFERENZIALI MILANO"

Comunicato stampa del Gruppo Radicale - federalista europeo al Comune di Milano

Milano, 17 gennaio 2012

Sono pubblicati a questi link: http://www.milanoradicale.it/2013/01/17/elenco-aggiornato-dei-soggetti-b... gli elenchi dei beneficiari pass corsie preferenziali a Milano, così come ottenuti attraverso l'accesso agli atti presentato dal Presidente del Gruppo Radicale - federalista europeo, Marco Cappato.

REGIONALI: DOMANI SARO' A MONZA PER FIRME LISTA AMNISTIA GIUSTIZIA LIBERTA'

Ore 17 Conferenza stampa via Italia (altezza Rinascente /L.go Mazzini)

Come candidato a Presidente della Regione Lombardia per la Lista Amnistia, Giustizia e Libertà e capolista per la circoscrizione provinciale di Monza e Brianza terrò una conferenza stampa domani, giovedì 17 gennaio, alle ore 17, presso il tavolo di raccolta firme in via Italia (altezza Rinascente / L.go Mazzini).
E' in corso la raccolta delle firme necessarie per la presentazione della Lista Amnistia, Giustizia e Libertà sia alle elezioni regionali in Lombardia che al Parlamento nazionale. Tutte le informazioni sulle liste e i tavoli si trovano su: http://www.amnistiagiustizialiberta.it/
 

La mia risposta a Umberto Ambrosoli

Con la sua decisione, Umberto Ambrosoli dà un contributo -mi auguro non determinante- al tentativo bersaniano e zingarettiano di soffocare la prosecuzione di quelle battaglie radicali che dice di riconoscere e apprezzare, e si pone da avversario del più importante obiettivo del quale valga la pena discutere anche in Regione Lombardia: la legalizzazione di quello Stato criminale, che ha prosperato in Lombardia sotto la protezione del sistema Formigoni-Penati.

Ma quali sono i nuovi diritti civili?

 Oggi su Europa questo pezzo a mia firma: 

Si può avere un`agenda politica che ricacci sullo sfondo, o ignori del tutto, i diritti civili?», chiede Stefano Rodotà dalle colonne di Repubblica, riferendosi all`agenda Monti. Una prima risposta è che sì, si può: è quello che hanno fatto i partiti per 65 anni, quando non costretti dai referendum radicali o da lotte come quelle di Coscioni e Welby. Un diverso modo di dare la stessa risposta è che sì, si può: perché i programmi elettorali dei partiti italiani non hanno mai contato nulla, non sono mai stati rispettati, e anche quando i diritti civili sono stati inseriti poi non si è mosso un dito per ottenerli. 

La Corte Suprema Usa difende la ricerca sugli embrioni. In Italia il tema è cancellato, insieme ai radicali.

“La notizia per cui la Corte Suprema degli Stati Uniti d'America ha rifiutato il ricorso che voleva bloccare la ricerca sulle cellule staminali embrionali conferma la tutela della libertà di ricerca scientifica, disattesa in Italia. Pochi giorni fa, la Corte interamericana dei diritti umani, cancellando il divieto di fecondazione assistita in Costa Rica, ha ribadito la differenza tra embrione e persona, accogliendo le tesi presentate nel procedimento dall’Associazione Luca Coscioni e dal Partito radicale; la stessa Corte Interamericana ha sostenuto che la sentenza europea sul divieto di brevettabilità degli embrioni riguarda solo la commercializzazione ma non frena affatto la ricerca sulle cellule embrionali. Si configura così la piena affermazione in dottrina e diritto alla libertà di ricerca scientifica a livello transnazionale”. Lo dichiara l’avvocato Filomena Gallo reagendo alla notizia appresa dalla rivista Nature.

Diritti civili, Agenda Monti e Agenda Napolitano

“Si può avere un’agenda politica che ricacci sullo sfondo, o ignori del tutto, i diritti civili?”, chiede Stefano Rodotà dalle colonne di Repubblica, riferendosi all’agenda Monti. Una prima risposta è che sì, si può: è quello che hanno fatto i partiti per 65 anni, quando non costretti dai referendum radicali o da lotte come quelle di Coscioni e Welby”.

Condividi contenuti