Eutanasia in Svizzera, il mio viaggio con Piera

 Domani è giornata nazionale di mobilitazione per la raccolta firme per l’eutanasia legale.

Oggi abbiamo presentato il video che l’Associazione Luca Coscioni ha prodotto su Piera, una malata terminale di cancro al fegato che ho accompagnato in Svizzera per l’eutanasia.
Piera mi chiese di accompagnarla perché non aveva trovato nessuno disposto a farlo. Sono pronto ad assumermene la responsabilità, anche per il futuro, aiutando chi ce lo chiederà. 

La storia di Piera per la legalizzazione dell'eutanasia

 Si è svolta, oggi 3 maggio, presso la sede del Partito radicale una conferenza stampa di presentazione della campagna "Eutanasia legale", in particolare su:

proposta di legge di iniziativa popolare su  “Rifiuto di trattamenti sanitari e liceità dell’eutanasia”: "Eutanasialegale" è una campagna promossa dall' Associazione Luca Coscioni, con l'adesione di Radicali italiani,  UAAR, Exit Italia, Amici di Eleonora Onlus, Associazione radicale Certi Diritti. Lo scopo è raccogliere 50.000 firme necessarie per depositare in Parlamento una proposta di legge di iniziativa popolare  volta a regolare il testamento biologico e l’eutanasia. Per raccogliere 50.000 firme, basta che ci sia una persona in ciascuno degli 8.000 Comuni italiani che raccolga almeno 7 firme. Sul sito www.eutanasialegale.it si può scaricare il modulo di raccolta firme; basta poi cercare un autenticatore e raccogliere le firme di amici e parenti. Per segnalare la disponibilità si può mandare una email a: coordinamento@eutanasialegale.it.

Ho accompagnato Piera per l'eutanasia in Svizzera


Domani è giornata nazionale di mobilitazione per la raccolta firme per l'eutanasia legale: www.eutanasialegale.it.


Oggi abbiamo presentato il video che l'Associazione Luca Coscioni ha prodotto su Piera, una malata terminale di cancro al fegato che ho accompagnato in Svizzera per l'eutanasia.
Piera mi chiese di accompagnarla perché non aveva trovato nessuno disposto a farlo. Sono pronto ad assumermene la responsabilità, anche per il futuro, aiutando chi ce lo chiederà.
Voglio e vogliamo, come radicali, denunciare lo scandalo di una legislazione che produce eutanasia clandestina o esilio della morte, per chi riesce ad ottenerli. Con la raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare vogliamo imporre la questione nell'agenda politica: dopo aborto e divorzio, e come dovrebbe essere anche per la droga o la fecondazione assistita, la legalizzazione è l'unica strada per governare problemi sociali immensi che il potere preferisce ignorare.

 

I Tribunali riaprono la strada alla fecondazione eterologa

 Oggi sul mio blog de Il Fatto Quotidiano

Nella paralisi della politica, una buona notizia per il diritto alla salute e la laicità dello Stato arriva di nuovo da un Tribunale. E di nuovo grazie all’iniziativa dell’Associazione Luca Coscioni e di Filomena Gallo.

Il Tribunale di Firenze, infatti, si è appena espresso sul divieto di eterologa delle legge 40,rimandando la decisione alla Corte Costituzionale

UN TRIBUNALE APRE LA STRADA PER L'ETEROLOGA. E I PARLAMENTARI CHE FANNO??

 Dichiarazione di Filomena Gallo e Marco Cappato, Radicali, Segretario e Tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni


Nella paralisi della politica, una buona notizia per il diritto alla salute e la laicità dello Stato arriva di nuovo da un tribunale. E di nuovo grazie l'iniziativa di chi -come l'associazione Luca Coscioni- si occupa di diritto fondamentale alla salute delle persone.
 

IL TRIBUNALE DI MILANO DICHIARA FALSE LE FIRME A SOSTEGNO DI FORMIGONI ALLE REGIONALI 2010

 

Cappato e Lipparini "Grazie ai 3 anni di ritardo, il beneficiario è Senatore della Repubblica e i denuncianti sono fuori dalle istituzioni"


Milano, 17 aprile 2013

Il Tribunale Civile di Milano ha depositato oggi il dispositivo della sentenza che dichiara false 723 firme prodotte a sostegno della Lista Formigoni in occasione delle lezioni regionali del 2010. Le controparti dei querelanti sono state condannate a pagare agli attori Cappato e Lipparini le spese processuali, liquidate in Euro 15.000,00, oltre accessori di legge. Si tratta di un numero di firme false tale da invalidare la presentazione a suo tempo della Lista Regionale per la Lombardia che sosteneva la candidatura dell’ex presidente della Giunta Regionale Lombarda Roberto Formigoni.

Testamento biologico Napoli, Ass. Coscioni e Amici di Eleonora: Napoli sia esempio per tutta Italia a dispetto delle inesattezze

 Dichiarazione di Claudio Lunghini, Segretario di Gli Amici di Eleonora Onlus, e di Marco Cappato, Tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni

Non passiamo dalla circonvenzione di elettore all'eliminazione del Parlamento

Si chiama "Parlamento" perché lì si dovrebbe parlare, ascoltare e votare "senza vincolo di mandato". Poi gli elettori giudicano, o abrogano con referendum. Se si introduce il vincolo di mandato, si fa prima a abolire il Parlamento. Contro il trasformismo e la "circonvenzione di elettore", come la chiama Grillo, serve un sistema elettorale con collegi uninominali e un potenziamento del servizio pubblico di Radio radicale per spiegare davvero a tutti gli interessati ciò che accade dentro, con tanto di tribune elettorali, che invece sono abolite da anni contro la legge.

Giovedì sarò alla presentazione del libro "Nessuno sa di noi"

 Quando Luce e Pietro si recano in ambulatorio per fare una delle ultime ecografie prima del parto, sono al settimo cielo. Pietro indossa persino il maglione portafortuna, quello tutto sfilacciato a scacchi verdi e blu delle grandi occasioni. Ci sono voluti anni per arrivare fin qui, anni di calcoli esasperanti con calendario alla mano, di ''sesso a comando'', di attese col cuore in gola smentite in un minuto. Non appena sul monitor appare il piccolo Lorenzo, però, il sorriso della ginecologa si spegne di colpo. Lorenzo è troppo ''corto''. Ha qualcosa che non va.

IN:
Condividi contenuti