A proposito di taxi.....

Domanda di Roberto:

 In questi ultimi tempi si è parlato di liberalizzazioni, di licenze e cose varie. Ma voglio parlarti di un'esperienza che vivo settimanalmente. Ogni lunedi vado a Palermo da Catania in autobus e alla stazione centrale di Palermo prendo il taxi per raggiungere l'azienda. Se prima i tassinari litigavano per chi doveva fare la corsa e azionavano il tassametro, adesso non viene più azionato e ogni volta mi vengono chiesti da 15 ai 20 euro, se non di più, con le motivazioni più disparate. Inoltre, mi accorgo che ormai non sono più libero di rifiutare la loro offerta perchè vengo letteralmente "sequestrato" e caricato in macchina, senza possibilità di appello. Credo che nelle prossime occasioni sarò pure legato e imbavagliato. Per non dire che il sequestro continua perchè per ragggiungere l'azienda mi costringono ai percorsi più strani. Lo so che alla fine sono io che li scelgo ma non credi che il loro comportamento faccia un pò schifo e sia un quasi un sequestro????? Come pensano di accattivarsi i clienti se siamo rapinati?? CHE SCHIFO !!!

Risposta:

A me l'ultima volta è accaduto a Tunisi. Aveva ragione Sciascia: "la palma va a Nord".