MILANO "VIA LIBERA DEI GARANTI: VOTO SUL TESTAMENTO BIOLOGICO ENTRO 60 GIORNI. STOP (ILLEGITTIMO) SULLE STANZE DA INIEZIONE

Comunicato stampa del Comitato iniziative popolari "Milano RadicalMente Nuova"

Milano, 30 gennaio 2013

Dopo mesi di sospensione dovuti all'ennesima nomina politica di uno dei "Garanti" del Comune di Milano (evidentemente il ruolo di Garante è un buon viatico per quello di assessore) finalmente il collegio dei Garanti ha "verificato" ciò che gli uffici del Comune di Milano avevano già riscontrato da mesi, cioè l'esistenza di oltre 5.000 firme autenticate e certificate di cittadini milanesi su ciascuna delle proposte di delibera di iniziativa popolare in materia di registro comunale del testamento biologico (una del comitato "Io scelgo", e una del nostro Comitato), e sulla nostra proposta in materia di politiche antidiscriminazione.
A questo punto, ci sono 30 giorni di tempo per l'esame dei provvedimenti da parte delle Commissioni consiliari competenti e 60 giorni per l'esame da parte del Consiglio comunale. Entro 2 mesi avremo così la certezza di una decisione.
Il Collegio dei Garanti invece conferma la decisione di escludere il voto sulle "stanze salvavita da iniezione", rimandando a inconsistenti valutazioni sulla contrarietà alla normativa nazionale, pur in presenza di modelli funzionanti da anni in altre città italiane, come Reggio Emilia. Il Comitato Milano RadicalMente Nuova presenterà comunque questa proposta -unitamente a quella sulla regolamentazione della prostituzione- attraverso l'iniziativa dei singoli Consiglieri comunali.