COMUNALI, CAPPATO: "IL GOVERNO NON CHIARISCE. SALA SI DIMETTA DA CASSA DEPOSITI E PRESTITI" | Marco Cappato
Leader dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica, promotore della campagna EutanaSia Legale per vivere liberi fino alla fine.
Marco Cappato, Libertà, Legalità, Laicità.
878
post-template-default,single,single-post,postid-878,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

COMUNALI, CAPPATO: “IL GOVERNO NON CHIARISCE. SALA SI DIMETTA DA CASSA DEPOSITI E PRESTITI”

conferenzaStefano Parisi fa lo splendido dicendo che la gente non è interessata a questi problemi. E’ una affermazione grave e superficiale. Il rispetto delle regole deve interessare tutti. La precisazione di Palazzo Chigi non precisa nulla, perché Sala ha continuato a firmare atti anche dopo la supposta data di protocollazione delle dimissioni. Per accertare la verità, abbiamo presentato un esposto alle autorità sulla concorrenza e sulla corruzione e alla Procura. Nel frattempo, Giuseppe Sala continua a sedere nel Consiglio di Amministrazione di una Cassa Depositi e Prestiti alla quale il Governo ha affidato competenze sulla valorizzazione delle aree Expo, e che ha competenze su attività comunali come gli aeroporti milanesi, o sui debiti della Città metropolitana e tanto altro. La sua candidabilità potrà essere impugnata dopo il voto. Ma Giuseppe Sala può da subito dare un contributo chiaro e concreto a liberare se stesso e la campagna elettorale dai molteplici conflitti di interesse: si dimetta da Cassa Depositi e Prestiti. Conviene anche a lui, al quale chiediamo (come lo chiediamo a Parisi e a tutti gli altri candidati) di esprimersi in modo chiaro sulle proposte radicali per separare politica e affari.
No Comments

Post A Comment