blog di Marco Cappato

Rapporto Eurispes conferma: cittadini più liberali dei poteri televisivi e politici

 Il rapporto Eurispes anche quest'anno conferma, pur nei limiti del campione scelto, il quadro di cittadini largamente favorevoli ad allargare lo spazio della libertà e responsabilità individuale su tanti temi che riguardano la salute, la vita e le relazioni affettive e familiari. Si conferma, dunque, anche la distanza tra l'opinione pubblica e una classe politica da troppo tempo incapace di rimuovere proibizionismi insensati e violenti.

"Se l'Italia fosse una democrazia Firmigoni e Cota sarebbero andati a casa 4 anni fa"

Dichiarazione di Marco Cappato, Radicale, Consigliere al Comune di Milano
 
Se l'Italia fosse uno Stato di diritto democratico, i Consigli regionali di Piemonte e Lombardia e le Giunte presiedute  da Cota e Firmigoni  (http://www.radicali.it/firmigoni) sarebbero state sciolte 4 anni fa, ancor prima di essere costituiti. Siccome l'Italia è altro, gli abusivi hanno sgovernato e incassato per 4 anni, e Formigoni, invece che a casa, è Presidente di Commissione al Senato della Repubblica.

2014 ULTIMA OCCASIONE SU AREA C E NAVIGLI

Lettera aperta di Marco Cappato, presidente del Gruppo radicale -federalista europeo, a Giuliano Pisapia 2 gennaio 2014

Plebe ma liberale. Quel che non si dice sui "forconi" veneti anti tasse

Oggi sul Foglio un articolo a mia firma


Al direttore - I Liberi Imprenditori Federalisti  Europei (Life), al presidio della  rotonda di Castelfranco Veneto, non bloccano  il traffico, si limitano a porgere al  conducente un volantino che incita allo  "sciopero fiscale". Automezzi d`ogni genere,  dalle auto di lusso ai camion, si fermano  volontariamente per scambiare due parole  d`incoraggiamento. Dietro, in fila, nessuno  protesta. Della Life ci sono quattro  persone su uno spartitraffico d`ingresso alla  rotonda, altrettante sull`altro. Sulla tettoia  montata nei pochi metri quadrati disponibili  sventolano le bandiere con il  Leone di San Marco. Sotto c`è un tavolone,  due sedie portatili, i termos con le bevande  calde, vivande, tanti fogli stampati o  scritti a mano con gli appuntamenti di lotta  e le cifre della "rapina" statale ai danni  del contribuente veneto.  Fosse stato per lui, avrebbe portato anche  la sua bandiera del Partito radicale  con Gandhi.

IN:

Caro Renzi, per riformare bisogna prima legalizzare

Facendo trionfare Renzi, una parte consistente dell’elettorato del Pd -e non solo loro- vuole chiudere i conti con l’esperienza fallimentare di gruppi dirigenti “post-tutto” e conservatori di vecchie rendite di posizione. Renzi dispone ora di una risorsa di popolarità formidabile per “cambiare le cose”. Ma cosa c’è da cambiare?
Se il problema fosse solo quello delle singole “politiche”, sapremmo che ci possiamo aspettare novità (per me più positive che negative) sul piano delle riforme economichemeno su quelle istituzionali, poco o nulla sulle libertà civili(tema sul quale il Sindaco ostenta la massima genericità eludendo il nodo del diritto all’autodeterminazione individuale). 

MILANO: APPROVATO ORDINE DEL GIORNO RADICALI-NCD SULLE PRIVATIZZAZIONI

Comunicato stampa del Gruppo Radicale - federalista europeo al Comune di Milano
 

Il Consiglio comunale di Milano ha approvato a larga maggioranza l'Ordine del giorno sulle privatizzazioni presentato dal Presidente del Gruppo radicale - federalista europeo al Comune di Milano, Marco Cappato, e dal Consigliere comunale del Nuovo Centro Destra, Matteo Forte. Nessun voto contrario. Si sono astenuti i Consiglieri di Sinistra per Pisapia, Movimento Cinque Stelle, e Palmeri.

"Eutanasia anche per i bambini" Shock in Belgio, scoppia la polemica

Di Maria Novella De Luca, su Repubblica di 28 novembre 2013

 

 ROMA—Ci vorrà, naturalmente, il si dei genitori, e l'assistenza continua di uno psicologo. Perché è davvero una decisione che mette in gioco ogni angolo del proprio sé. Ma in Belgio comunque il primo passo politico è diventato realtà. Dopo l'Olanda infatti Bruxelles è il secondo Stato europeo ad approvare l'eutanasia anche per i bambini. Eutanasia pediatrica. In presenza di dolori insopportabili, di malattie ormai terminali, e con il supporto di uno specialista che valuti sempre la capacità di giudizio dei più piccoli, i genitori potranno dare il consenso per mettere fine alla vita e alle sofferenze dei loro bambini. Ma a differenza dell'Olanda, che prevede la "dolce morte" pediatrica in caso di malattie incurabili, ma non per i minori al di sotto dei dodici annidi età, in Belgio, dove l'eutanasia è legale dal 2002, non esiste, almeno in questa prima versione della legge, un limite di età.

Quando un minore chiede l'eutanasia: Belgio vs Italia

 Immagino già i commenti su Erode, la Rupe tarpea, il nazismo, la china scivolosa verso l'eugenetica. Come se 13 Senatori su 17 delle Commissioni congiunte affari sociali e giustizia del Senato belga avessero deciso che i bambini malati e disabili possano essere uccisi a discrezione di un Potere Totalitario Salutista che non ammette imperfezione e debolezza.

Condividi contenuti